Dieta del miele

Dopo aver letto il mio articolo dedicato alle proprietà del miele hai deciso di seguire una dieta che privilegi questo alimento e vorresti che ti indicassi una dieta giornaliera a base di miele? Detto, fatto! Se dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura di questa dieta del miele posso fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno, con consigli alimentari a base di miele, spuntini e ricette utilizzando il miele e sostituendolo come dolcificanti nella tua alimentazione quotidiana.

Il miele può essere un valido alleato anche per la nostra dieta, per rimetterci in forma senza stress. I segreti sono le proprietà metaboliche degli zuccheri “naturali” e gli effetti psicologici. Con la “dieta del miele”, si può perdere fino a 1,5kg a settimana senza pesare i cibi né contare le calorie. Il dimagrimento avverrebbe, maggiormente, durante le ore di sonno. Scopriamo come funziona.

Con la “dieta del miele”, innanzitutto si cerca di agire sullo stile di vita e sulle proprietà metaboliche e benefiche del miele. Nonché sugli effetti psicologici. Ma facciamo chiarezza. Nelle abitudini di tutti i giorni infatti, il miele- che è un dolcificante naturale- può prendere il posto di quegli zuccheri raffinati che normalmente consumiamo. Ovviamente si tratta di una dieta che non sia particolarmente “stretta” in termini di calorie. Perché, come abbiamo detto, il miele è pur sempre un dolcificante, e quindi contiene zuccheri. Ma il segreto, al contrario di quanto si potrebbe immaginare, è proprio in questi zuccheri che, essendo naturali, a differenza di quelli raffinati, non vanno ad alterare il nostro metabolismo. E, inoltre, gli zuccheri del miele hanno anche un altro vantaggio che ha effetti “psicologici”, nel senso che riduce il desiderio di assumere altri zuccheri. Con questo tipo di dieta, si dimagrirebbe di più, soprattutto durante le ore di sonno. E proprio per questo bisogna assumere un cucchiaino di miele prima di andarsi a coricare. E, secondo i risultati prospettati, si potrebbe perdere fino ad un massimo di 1 kilo e mezzo a settimana, rispettando le regole. Ma vediamo nello specifico come funziona e cosa dobbiamo fare.

In primis, come abbiamo accennato, bisogna sostituire gli zuccheri raffinati che usiamo quotidianamente proprio con il miele. Possiamo usarlo in tutte quelle bevande che beviamo ogni giorno come, ad esempio, caffè, tè o tisane; ma anche sul pane per fare colazione o in un bicchiere di acqua calda prima di andare a letto. Poi, lo stesso principio vale anche per i carboidrati: preferire quelli NON raffinati. Ossia evitare le farine bianche e preferire invece quelle integrali e più grezze. Inoltre, bisogna consumare cibi proteici e poveri di grassi (come pesce e carni bianche), verdure in quantità libera (ma bisogna fare attenzione ai condimenti) e frutta due volte al giorno. Cosa è da evitare? Le Patate, i cibi grassi, gli alcolici, le bevande gasate, i dolci, le merendine e tutti quei cibi che contengono molti zuccheri o carboidrati complessi. Per vedere i risultati, mi raccomando, bisogna rispettare le regole.  La cosa positiva di questa dieta è il fatto che, comunque, riuscirà a garantirti un apporto calorico giusto e razionato, e soprattutto, non vorrà mettere il corpo sotto stress, sebbene lei calorie siano ridotte e si potrà cercare di raggiungere gli obiettivi prefissati semplicemente utilizzando questo condimento e questo prodotto in maniera tale da riuscire a tenere sotto controllo il proprio peso e riuscire, magari, anche a trovare dei benefici per il proprio corpo, grazie all’utilizzo del miele che vale sempre la pena provare, perché ha delle caratteristiche particolari e che bisogna sfruttare. Vale la pena quindi, tentare questo tipo di approccio riuscendo a perdere anche fino a un chilo a settimana, sostituendo al tutti i tipi di zucchero raffinato il miele.

Diete per Dimagrire

Blog con consigli e informazioni per dimagrire e restare in forma: esercizi, diete e ricette utili!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *