Come perdere peso con le erbe dimagranti

Erbe dimagranti nella dieta

Il sogno nel cassetto di ogni donna è seguire attentamente una dieta dimagrante che sia, al contempo, in grado di assicurare benessere e garantire l’assorbimento di tutti i valori nutrizionali di cui ha bisogno l’organismo umano.

Non è assolutamente semplice trovare una dieta dimagrante ad hoc che assicuri sia il benessere olistico che il raggiungimento ed il mantenimento del peso forma nel tempo.

La maggior parte delle diete consente di ottenere ottimi risultati nel breve periodo, ma non assicura il mantenimento dei risultati raggiunti nel medio-lungo termine.

Per questo, è buon consiglio da parte dei nutrizionisti seguire un regime alimentare variegato, equilibrato, sano, completo di tutti i macronutrienti necessari e naturale.

Quale modo migliore se non perdere peso con le erbe dimagranti? Sono un vero e proprio toccasana per la salute del corpo e della mente.

Dal mondo fitoterapico, le erbe dimagranti aiutano a perdere peso in modo sano e consentono di preservare la salute olistica del corpo e della mente.

Scopriamo quali sono le erbe da affiancare ad una dieta dimagrante ad hoc ed all’attività fisica sportiva regolare e quotidiana.

Possiamo distinguere quattro categorie di erbe dimagranti: stimolanti, diuretiche, ricche di fibre e acceleranti il metabolismo.

Erbe dimagranti diuretiche

Per perdere peso e depurare l’organismo umano dalle scorie e dalle tossine che si accumulano nel fegato, è bene utilizzare le erbe dimagranti diuretiche, che aiutano a perdere i liquidi in eccesso e a combattere la ritenzione idrica, la cellulite, la pelle a buccia d’arancia e l’insufficienza venosa.

Il modo migliore per depurare l’organismo e perdere i liquidi in eccesso è preparare decotti o tisane da assumere almeno due volte il giorno.

Scopriamo quali sono le principali erbe dimagranti che vantano proprietà diuretiche:

  • il prezzemolo è noto fin dall’antichità per la sua valenza mistica e per le sue proprietà medicinali. Stimola l’appetito e la digestione, è indicato in molti disturbi dell’apparato genito-urinario e circolatorio, è un potente diuretico e depurativo ed è indicato per combattere la ritenzione idrica, la gotta, e gli edemi;
  • il ciliegio, i peduncoli dei frutti sono utilizzati come diuretici, drenano, contrastano la ritenzione idrica e fluidificano i depositi di grasso;
  • il rusco, grazie al contenuto di oli essenziali, saponine steroidee e resine, aiuta a stimolare la circolazione sanguigna, rafforzando le pareti dei vasi e a contrastare la formazione di cuscinetti adiposi;
  • l’ortica, le cui foglie sono utilizzate a scopo diuretico e antinfiammatorio, sono indicate per combattere la ritenzione idrica e per curare le sindromi dolorose dei tessuti muscolo-tendinei ed osteo-articolari;
  • l’olmaria, i suoi fiori vantano proprietà antinfiammatorie, diuretiche ed antispasmodiche e sono utilizzati anche per combattere gli stati febbrili ed influenzali.

Erbe dimagranti stimolanti

Questo gruppo di erbe dimagranti aiuta a placare il senso di fame, combinando un effetto eccitante e aumentando la termogenesi.

Tra le principali erbe dimagranti stimolanti si apprezzano:

  • i semi di guaranà, ricchi di caffeina che aiutano a drenare, stimolare la circolazione sanguigna, a combattere la cellulite, a placare la fame nervosa e ad accelerare il metabolismo;
  • le foglie di matè sono un toccasana per energizzare il corpo, combattere la stanchezza e rivitalizzare l’organismo umano;
  • i semi di capsaicina sono ricchi di antiossidanti, sono antitumorali, aiutano a combattere le infiammazioni, a calmierare i dolori e consentono di combattere l’obesità, grazie alla dissipazione di energia sotto forma di calore e all’attivazione del sistema nervoso simpatico;
  • l’efedra è una pianta officinale tonificante, a scopo anoressizzante e dimagrante;
  • i semi di cacao sono ricchi di vitamine, di sali minerali e di sostanze antiossidanti, oltre che di alcaloidi, come la caffeina e la teobromina. I semi di cacao contengono pochissimi lipidi e zuccheri e sono l’ingrediente base per la produzione di cioccolato.

Queste erbe dimagranti stimolanti dovrebbero essere assunte per un periodo non superiore alle 4 settimane, onde evitare gli effetti collaterali: cachessia, nervosismo, ansia, insonnia, accelerazione battito cardiaco e ipertiroidismo. È sempre bene chiedere al proprio medico curante o ad un naturopata prima di assumerle.

Erbe dimagranti ricche di fibre

Essendo ricchissime di fibre, queste erbe dimagranti aiutano a saziare in modo sano e naturale, a combattere la fame nervosa e a mantenere stabile la glicemia.

Tra le principali erbe dimagranti ricche di fibre si apprezzano:

  • la crusca, che aiuta a migliorare i processi digestivi: aumenta la massa fecale e la velocità di transito del tratto gastrointestinale e regolarizza la flora intestinale;
  • il glucomannano è una pianta che vanta rilevanti proprietà dimagranti ed è utile contro l’assorbimento dei grassi. Il tubero contiene una fibra, solubile in acqua, costituita da glucosio e mannosio. Una volta assunta la fibra inizia a gonfiarsi nello stomaco e, grazie alla presenza dei succhi gastrici, svolge un’azione anti-fame;
  • la pectina è un polisaccaride comune nella frutta che aiuta a dimagrire, a placare la fame nervosa, a combattere l’ipercolesterolemia, a favorire la motilità delle feci e a diminuire gli eventuali problemi che riguardano cuore e vasi sanguigni.

Queste erbe dimagranti ricche di fibre devono essere assunte mezz’ora prima di ogni pasto.

Erbe dimagranti che accelerano il metabolismo basale

Per dimagrire in modo sano e naturale è bene utilizzare le erbe che aiutano ad accelerare il metabolismo basale.

La quercia marina o fucus o alga bruna è un valido alleato della silhouette. È tra le alghe più utilizzate in fitoterapia per contrastare l’insufficienza del metabolismo basale, ha un’azione stimolante sul metabolismo dei lipidi e aiuta a combattere l’obesità.

Essendo ricchissima di iodio, polifenoli, fucosterolo, fuxoxantina, vitamine (B1, C ed E) e sali minerali, la quercia marina agisce sulla tiroide, venendo a regolarizzare la produzione degli ormoni tiroidei tiroxina e triiodotironina, indispensabili per aumentare il metabolismo basale.

Grazie alla sua azione accelerante del metabolismo basale, l’alga bruna è utile per combattere l’ipotiroidismo e tutte le patologie connesse.

Inoltre, essendo ricca di vitamine, sali minerali e fibre, la quercia marina aiuta ad aumentare il senso di sazietà e riduce l’assorbimento di nutrienti.

Anche in questo caso prima di utilizzare quest’erba dimagrante, è buon consiglio consultare uno specialista per evitare gli effetti collaterali (ipertiroidismo, cachessia, accelerazione battiti cardiaci, eccessiva perdita di peso, etc.).

Naturopata e appassionato di fitness olistico vive e lavora a Milano.

Armando Giglio

Naturopata e appassionato di fitness olistico vive e lavora a Milano.

Registrandoti e Commentando acconsenti alla nostra Privacy Policy e accetti i nostri Termini e Condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *