Estrattore di succo per una Dieta Detossinante: 2 ricette gustose

L’estrattore di succo è un elettrodomestico che permette di assumere frutta e verdura tutti i giorni con poco sforzo e in maniera naturale. Per gli amanti del benessere quotidiano e per chi ha intenzione di seguire una dieta purificante e detossinante, l’estrattore di succo è un prezioso alleato che vi farà risparmiare tempo e farà in modo che assumiate la giusta dose di frutta e verdura durante la giornata.
I succhi preparati con l’estrattore possono essere conservati fino a 48h in frigorifero, potete quindi preparare i vostri succhi il giorno prima per portali con voi durante la giornata successiva.

Come funziona l’estrattore?

L’estrattore di succo è in grado di dividere la polpo dalla buccia, ed estrae solo il succo tramite un processo di estrazione a freddo conservando quindi tutte le proprietà nutritive degli alimenti.
L’estrazione a freddo vi permetterà di avere sempre succhi freschi e naturali.
La comodità di questo elettrodomestico lo ha reso molto popolare tra le persone che vogliono seguire una dieta purificante e detossinante, gli estratti di frutta e verdura possono sostituire i pasti quotidiani o integrarli. L’ideale è utilizzare ingredienti naturali, possibilmente frutta e verdura di stagione, meglio se biologici. In questo modo si facilita il dimagrimento e l’assunzione quotidiana di vitamine e antiossidanti, normalmente carenti in un’alimentazione ordinaria.

Estrattore o Centrifuga

Se avete già sentito parlare dell’estrattore allora sicuramente conoscete anche la centrifuga, un altro robot da cucine molto utile per preparare dei pasti veloci e dietetici. Ma quali sono le differenze con la centrifuga? E soprattutto perché è conviene scegliere un estrattore invece della centrifuga?

Le differenze principali sono:
Lama vs. Vite
La centrifuga ha una lama sottile che trita gli alimenti ad alta velocità per contro l’estrattore ha una “vite senza fine! che spreme gli alimenti fino a far uscire il succo. La centrifuga con la sua lama gira molto velocemente (fino a 18.000 giri al minuto) e quindi produce calore che favorisce il processo di ossidazione degli alimenti eliminando i parte le sostanze nutrienti. I centrifugati hanno un apporto nutrizionale inferiore. L’estrattore invece lavora a meno di 100 giri al minuto, lasciando pressocchè intatte le proprietà nutritive degli alimenti.
Gli scarti
L’estrattore produce meno scarti rispetto alla centrifuga. Gli scarti di quest’ultima sono molto più umidi, il che vuol dire che ricava meno succo dallo stesso alimento.

Prezzo
La centrifuga è più economica dell’estrattore. Un buon estrattore costa in media 400,00 euro, mentre per una buona centrifuga possono bastare anche 100,00 euro.

In commercio esistono moltissimi marchi (bialetti, panasonic, philips, rgv, imetec, moulinex, girmi, smeg, ariston, ariete, zephir, bosch, caso, coway,) ognuno con delle caratteristiche specifiche.
Il prezzo dell’estrattore può variare di molto, esistono infatti diversi modelli con differenti funzioni e dimensioni, si va dai modelli più economici che sono disponibili anche a 50,00 euro ai modelli professionali che possono arrivare anche a 400,00 euro.
Detto questo è chiaro il perché conviene utilizzare l’estrattore invece della centrifuga. Ora vediamo insieme alcune gustose ricette per degli estratti detossinanti.

Ricette per Estratti Detossinanti

  1. Estratto detossinante mela verde e sedano

Gli ingredienti principali sono la mela verde e il sedano a questi vanno aggiunti cetriolo e cavolo. Per migliorare il sapore consigliamo l’aggiunta di mezzo limone senza buccia, un pezzetto di zenzero e qualche foglia di menta.
Ingredienti:

  • 2 mele verdi Smith
  • 3 gambi di sedano
  • 1 cetriolo
  • 8 foglie di cavolo
  • mezzo limone senza buccia
  • 1 pezzetto di zenzero

La combinazione di questi ingredienti favorisce la detossinazione e la perdita di peso.

  1. Estratto detossinante arancia rossa e pompelmo.

Gli ingredienti principali sono arancia rossa e pompelmo a cui aggiungere zenzero e peperoncino.
Ingredienti:

  • 1 arancia rossa
  • 1 pompelmo
  • 1 pezzetto di zenzero
  • un pizzico di peperoncino

Dopo aver visto queste ricette a base di frutta e verdura vi suggeriamo di prestarre attenzione a seguire una dieta a base di estratti vegetali per periodi lunghi, una dieta liquidi andrebbe seguita per brevi periodi oppure andrebbe integrata con la giusta dose di proteine e carboidrati. Inoltre vi consigliamo di preferire i succhi “verdi” ovvero composti per l’80% di verdure e per il restante 20% di frutta. In questo modo limitata l’assunzione eccessiva di zucchero, che seppure in forma di fruttosio è presente nella frutta, non è consigliata l’assunzione in dosi eccessive.

Registrandoti e Commentando acconsenti alla nostra Privacy Policy e accetti i nostri Termini e Condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *