La dieta dissociata integrata

La dieta dissociata integrata è indicata dopo la dieta oloproteica, in quanto per avere massima efficacia, un eventuale successivo ciclo di dieta oloproteica è opportuno sia intervallato da un periodo di dieta dissociata integrata. Questa fase infatti, deve essere sistematica dopo ogni dieta oloproteica per ottenere il risultato preventivato!

Mentre la dieta oloproteica prevede un regime ipoglucidico (< 20-30 g), in questa fase è prevista la reintroduzione dei carboidrati che saranno assunti in maniera disgiunta rispetto alle proteine. In questa fase del metodo AMIN BIODIET® è prescritta l’integrazione proteica ed aminoacidica a colazione, oltre l’utilizzo di fitoterapici drenanti e di sostanze stimolanti il catabolismo lipidico.

Si può tuttavia iniziare il programma da questa fase per poi concluderlo con la dieta oloproteica, che ha tra i suoi obiettivi quello di modellare la silhouette. Per alcuni pazienti che presentano lieve sovrappeso si può peraltro prescrivere la dieta dissociata integrata, senza prevedere alcun ciclo di dieta oloproteica. E’ necessario personalizzare questa alimentazione selettiva secondo il ritmo di dimagrimento dei pazienti. Per perdite di peso considerevoli, è consigliabile alternare queste 2 prime fasi in attesa di passare alla terza, che è caratterizzata dalla dieta monopiatto di tipo mediterraneo.

Principi fondamentali di questa fase sono:

  1. Introduzione progressiva di carboidrati a basso e medio indice glicemico per evitare una iperinsulinemia con stimolo alla lipogenesi e ipoglicemia secondaria, che stimola la fame
  2. Aumento della razione calorica giornaliera per riequilibrare il metabolismo
  3. Riduzione degli integratori e della complementazione minerale
  4. Educare il soggetto ad una attività fisica quotidiana e regolare
  5. Programmare un dimagrimento di circa 1 kg la settimana
  6. Stabilito il valore calorico della dieta, questo va diviso qualitativamente in:

35% di grassi e 65% di zuccheri + 1-1,5 g di proteine/Kg di peso corporeo ideale

La dieta dissociata integrata prevede l’INTEGRATORE AMINOACIDICO-PROTEICO una bustina a colazione e vari alimenti, a copertura del fabbisogno energetico e dei micro e macronutrienti, suddivisi in 4-5 pasti giornalieri.

Questa dieta combatte la sensazione di fame, tipica delle diete ipocaloriche, con l’introduzione dell’INTEGRATORE di AMINOACIDI e SIEROPROTEINE a colazione, che hanno un effetto antiastenico ed antifame,in quanto stimolano, in modo significativo e più di qualsiasi altra proteina, la sintesi degli ormoni che aumentano il senso di sazietà, quali Peptide YY (PYY), Colecistochinina (CCK), Glucagone-like peptide-1 (GLP-1), Glucose-dependent insulinotropic peptide (GIP), mentre deprimono la sintesi della Gelina, che stimola il senso di fame. Inoltre è importante l’azione del triptofano precursore della serotonina e del cromo modulatore del metabolismo glucidico. Inoltre è utile lo stimolo del catabolismo lipidico grazie alla carnitina, al coenzima Q10 ed alla fucoxantina. Interessante è infine l’attività drenante e rimineralizzante esercitata dall’orthosiphon, dall’ortica e dall’equiseto, oltre l’azione antidistimica del biancospino.

Diete per Dimagrire

Blog con consigli e informazioni per dimagrire e restare in forma: esercizi, diete e ricette utili!

Registrandoti e Commentando acconsenti alla nostra Privacy Policy e accetti i nostri Termini e Condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *