Dottor Lanzetta: dieta antiartrosi

Il Dottor Lanzetta è un famoso medico chirurgo noto a livello internazionale per aver partecipato all’esecuzione del primo trapianto di mano al mondo a Lione.  Attualmente il prof. Lanzetta visita e opera in Italia nella casa di cura Giovanni XXIII di Monastier (TV).

Chi è il Dottor-Professor Marco Lanzetta?

Il Dottor Marco Lanzetta è uno dei più grandi luminari nel campo della microchirurgia e primo al mondo ad effettuare un trapianto completo di mano,

Il dottor Lanzetta è stato spesso ospite nei salotti televisivi dove ha raccontato sia la sua esperienza da medico in italia e all’estero, ma ha anche dato utili consigli ai telespettatori.
Qui di seguito trovate ad esempio un’estratto della sua partecipazione a TV2000, ma il dottor Lanzetta è stato anche ospite ad Uno Mattina su Rai 1, alla trasmissione OASI DI SALUTE su Antenna 3, è stato ospito su RAI 2 alla trassmissione Ricomincio da qui.

Il Dottor Lanzetta e la dieta antiartrosi

A detta del dottore  in caso di artrosi o predisposizione all’artrosi gli Alimenti da evitare sono: carni, super-alcolici, zucchero, sale, latticini e prodotti caseari, alcune verdure tra cui pomodoro, melanzana e patata e peperone.
Alimenti da preferire: cereali e farine integrali, verdure di stagione, dolcificanti contenenti inulina al posto del saccarosio.
Gli alimenti proposti sopra servono a dare indicazioni generiche la cui peculiarità devono essere studiate caso per caso, non siamo tutti uguali!.

Potete approfondire l’argomento leggendo la lista completa dei cibi antiartrosi  e sull’alimentazione consigliata per artrosi, buona lettura.

I dieci cibi da evitare sono:
1.Carne – il nemico pubblico numero uno, da eliminare sempre e tutta, compresi i salumi e le carni bianche. Ricca di sostanze pro-infiammatorie, la carne contiene inoltre grassi saturi e colesterolo, da evitare al massimo per chi soffre di artrosi.
2. Zucchero – oltre ai molteplici danni che lo zucchero provoca alla salute in genere, lo zucchero alza i tassi di insulina promuovendo un circolo vizioso che ha un impatto negativo sulla salute delle articolazioni.
3. Sale – provoca ritenzione idrica, a sua volta dannosa per le articolazioni affette da artrosi.
4. Latte e latticini – ricchi di grassi animali e colesterolo e, se pastorizzati, privi dei benefici del latte.
5. Solanacee – pomodoro, patate, melanzane e peperoni contengono solanina, un glicoalcaloide tossico per il nostro organismo.
6. Uova – Il tuorlo contiene alti livelli di colesterolo. Si può utilizzare solo l’albume (cotto) di uova di galline allevate all’aperto e nutrite solo con mangime biologico, senza aggiunta di ormoni e antibiotici.
7. Farine raffinate i carboidrati raffinati portano a un rapido innalzamento del livello di zucchero nel sangue e quindi di insulina. Questa produzione favorisce formazione radicali liberi che ‘ossidano’ le cellule facendole invecchiare.
8.Superalcolici – l’alto contenuto di zucchero si deposita nel tessuto adiposo. Può verificarsi inoltre anche un danno epatico se il consumo è regolare.
9. Alcuni frutti – gli agrumi sono troppo acidi e portano ad una esacerbazione dei sintomi dolorosi.
10. Cibi pre-confezionati – sono pieni di conservanti, coloranti, additivi, grassi idrogenati, grassi trans e altre sostanze dannose soprattutto per chi soffre di patologie infiammatorie.

I dieci migliori alimenti:
1. Avena – sotto forma di farina, fiocchi, crusca. Ha un’azione di pulizia e miglioramento del transito intestinale. Contiene la più alta percentuale di proteine tra i cereali.
2. Farine e cereali integrali – contengono fibre, minerali, vitamine, antiossidanti, fitonutrienti e grassi insaturi. Regolano la glicemia.
3. Riso integrale –ricco di minerali, ferro, fosforo e vitamine del gruppo B. Il carico di carboidrati permette una digestione più lenta e regolare. Come avena e riso integrale, mantengono stabili i tassi di insulina nel sangue ed evitano quindi le accelerazioni metaboliche che sono in diretta relazione con gli stati infiammatori.
4. Legumi – essendo la dieta anti-artrosi prevalentemente vegetariana, abbiamo bisogno di introdurre proteine vegetali.
5. Pesce azzurro – da consumare una o due volte a settimana, limitandosi al prodotto fresco, pescato e non allevato,  selezionando sardine, sarde, acciughe e sgombri, ricchi di acidi grassi omega 3, con proprietà antinfiammatorie.
6. Soia – ha un alto contenuto di proteine. I semi di soia sono ricchi di isoflavoni, fitoestrogeni con spiccata proprietà antiossidante e antinfiammatoria.
7. Verdura biologica –– in particolare le crucifere come il cavolo nero, la verza, il cavolfiore, i broccoli e il bok choi, sono ricchi dell’antiossidante sulforafano.
8. Frutta di stagione – va mangiata tutti i giorni, evitando quella troppo zuccherina, quella acida come gli agrumi ed insistendo sui frutti rossi.
9. Alghe – ricche di vitamine, minerali e antiossidanti.
10. Spezie –  curcuma, curry, zenzero e peperoncino combattono l’infiammazione artrosica.

Lanzetta e la cura dell’artrosi

Il dottor Lanzetta in diverse interviste ha spiegato che il suo approccio alla malattia dell’artrosi prevede una mix di farmaci, chirurgia e integrazione alimentare.
La cura proposta dal luminare prevede la somministrazione di un farmaco-gel sulle articolazioni colpite e solo successivamente utilizzando delle sorgenti di energia il farmaco viene diffuso in profondità, in corrispondenza dei tessuti malati. La tecnica viene descritta come totalmente indolore che e permetterebbe di trattare con successo oltre il 50% dei pazienti portatori di artrosi sia sul piano del dolore che del recupero della malattia.

Ai farmaci si possono aggiungere degli integratori antiossidanti che combattono i radicali liberi che provocano danni ai tessuti e alle cartilagini.

Per quanto riguarda la microchirurgia artroscopica è possibile rimodellare le dita deformate attraverso l’uso di sonde artroscopiche, di diametro di circa un millimetro,che permettono di lavorare all’interno delle articolazioni malate.

Diete per Dimagrire

Blog con consigli e informazioni per dimagrire e restare in forma: esercizi, diete e ricette utili!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *