Diete dimagranti

Per dieta, che non dev’essere per forza una dieta dimagrante, si intende la pratica di ingerire cibo in modo regolato per raggiungere o mantenere un peso controllato. Nella maggior parte dei casi l’obiettivo è la perdita di peso, ma alcuni atleti aspirano ad aumentarlo, di solito sotto forma di muscoli; le diete possono essere seguite anche per mantenere stabile il peso corporeo.

Ci sono diversi tipi di diete (che sarebbe poi meglio inserire in un più ampio discorso di medicina integrale): le diete dimagranti, ad esempio, mirano a far perdere peso e limitano l’assunzione di determinati cibi, o di cibo in generale, per ridurre il peso corporeo. Quello che però per una persona funziona, non necessariamente va bene per un’altra, a causa del diverso metabolisimo e allo stile di vita che si conduce.
Per una serie di ragioni, infatti, la maggior parte della gente trova difficile mantenere il peso che ha perso nel tempo; tra le persone che hanno perso il 10% o anche più del loro peso corporeo, solo il 20% riesce a mantenere quella perdita per un intero anno.
Molti atleti professionisti si impongono da soli diete per acquistare peso.
I giocatori di Football Americano, ad esempio, tentano di aumentare la loro massa con diete apposite per trarre vantaggio da una mole maggiore sul campo di gioco.

Le persone che sono sottopeso e che stanno curandosi da problemi di anoressia nervosa o inedia, possono seguire diete ingrassanti che, a differenza di quelle degli atleti, hanno come obiettivo quello di riportare alla norma il grasso corporeo e la muscolatura, immagazzinando le sostanze nutritive essenziali.

Capita alle volte che i genitori sottopongano i figli a rigide diete che alla fine fanno più danni che altro. Questo è alquanto deleterio per la salute del bambino dal momento che una dieta bilanciata (grassi, proteine, carboidrati, vitamine, sali minerali, fibre, etc.) queste sostanze sono indispensabili per la crescita. Prima di sottoporre un bambino a qualunque tipo di dieta, sarebbe più che opportuno consultare un dietologo.

La ricerca ha inoltre dimostrato la pericolosità di imporre regimi dietetici ai bambini. Il cervello sarebbe infatti incapace di imparare a mettere in correlazione il sapore col valore nutritivo, ed in seguito a questo, alcuni bambini, crescendo, si troverebbero a consumare cibo in eccesso nonostante l’apporto nutritivo assunto sia stato più che adeguato.

Qui di seguito ecco alcune delle principali tipologie di diete dimagranti che variano a seconda dell’apporto calorico richiesto da ciascun individuo.

  1. Avremo quindi una dieta da 1000 calorie al giorno che ci sentiremmo però vivamente di sconsigliare perchè assolutamente al di sotto della quantità minima di calorie che un corpo necessita.
  2. Di seguito una dieta da 1200 calorie al giorno per quelle donne che hanno deciso di perdere i chili in eccesso.
  3. Una dieta da 1300 calorie al giorno.
  4. E infine una che può iniziare ad andar bene anche per gli uomini, una dieta da 1400 calorie al giorno.

Come sempre l’avvertenza finale è che una dieta va sempre modulata e personalizzata, quindi la cosa migliore è quella di rivolgersi a un dietologo che ci potrà così indicare il regime alimentare per noi ottimale.